Game of T.H.R.O.N.E.S. (Tolerance, Humanity, Reception, Originality, Non-formality, Equality, Sensibility) – Szeged (Ungheria/Hungary) 2017

La discriminazione è un problema serio che colpisce molte persone in tutta Europa. Può essere basato sulla classe sociale, sullo stato educativo, sulla minoranza o sulla disabilità. Abbiamo concentrato la nostra attenzione su questo importante problema e abbiamo voluto dimostrare mostrato ai partecipanti che possono fare molto per marcare la differenza.

L’obiettivo generale di questo programma di scambio era di sensibilizzare i partecipanti sul fatto che la discriminazione è dovuta al non conoscere l’altra persona, il gruppo, la minoranza o la nazionalità. Pertanto il primo passo verso l’accettazione è conoscersi. Abbiamo mirato a creare un gioco da tavolo che potesse promuovere questo processo. Pensiamo infatti che un gioco divertente, creativo e informativo possa essere uno strumento efficace per sviluppare tolleranza e promuovere l’accettazione tra i giovani di tutta Europa. Durante il processo di sviluppo del gioco da tavolo, i partecipanti hanno imparato un modo nuovo e creativo per promuovere l’idea dell’accettazione e dell’inclusione sociale.

Gli obiettivi di apprendimento dello scambio erano:

  • Imparare e comprendere le diverse meccaniche di gioco e trovare nuovi modi per sostenere obiettivi sociali;
  • Creare una squadra interculturale di giovani che collaborano alla creazione di uno strumento innovativo che supporti lo sviluppo della tolleranza e dell’accettazione reciproca;
  • Sperimentare l’inclusione attraverso un processo creativo;
  • Imparare come promuovere l’idea di accettazione e inclusione attraverso la creazione di un gioco da tavolo;
  • Creare un piano d’azione su come condividere il gioco da tavolo sviluppato insieme a quante più persone possibile.

Il programma dello scambio è stato costruito su tecniche di educazione non-formale, tra cui apprendimento sperimentale, tecniche di cooperazione, attività all’aperto, condivisione di idee in gruppo ed esplorazione di sè.

 

 

Discrimination is a serious problem that affects many people all over Europe. Among others, it may be based on one’s social class, educational status, minority or disability. We drew our attention to this important issue and showed young people that they can do a lot in order to make a difference.

The overall aim of this youth exchange program was to make young people aware that discrimination is due to the fact of not knowing the other person, group, minority or nationality. Therefore, the first step towards acceptance is to get to know each other. We aimed to create a board game which fosters this process. We believed that an entertaining, creative and informative game can be an effective instrument for developing tolerance and promoting acceptance among young people all over Europe. During the process of developing the board game, young participants learned a new and creative way to promote the idea of acceptance and social inclusion.

Learning objectives of the youth exchange were:

  • To learn and understand different game mechanics and to find new ways of supporting social purposes;
  • To create an intercultural team of young people who work together on creating an innovative instrument which supports the development of tolerance and acceptance;
  • To experience inclusion through a creative process;
  • To learn how to promote the idea of acceptance and inclusion through the creation of a board game;
  • To create an action plan on how to share the board game developed together with as many people as possible.

The youth exchange program was built on non-formal education techniques, including experimental learning, cooperative techniques, outdoor activities, sharing of ideas with each other as well as personal exploration.

 

Leave a Reply