Trade can be fair! Iniziativa giovani / Youth Initiative Ankara (Turkey), Torino, Collegno, Bra, S. Ambrogio di Torino (Italy) 2013

Un gruppo di giovani di Ankara (TR) ha organizzato questo progetto come Iniziativa Giovani Transnazionale nel quadro del programma GIOVENTU’ IN AZIONE. Il gruppo di progetto comprendeva cinque giovani (di età compresa tra i 16 e i 30 anni) e un mentor (di età superiore a 30 anni) provenienti dalla Turchia .

Una giovane di questo gruppo era stata attiva nello SVE (Servizio Volontario Europeo) in un’organizzazione di commercio equo e solidale in Portogallo nel corso del 2012. A seguito di questa esperienza, la volontaria si era chiesta perché non ci fosse un’organizzazione di Commercio Equo in Turchia e perché i giovani turchi non fossero informati circa l’importanza del Commercio Equo e Solidale. Quindi, al suo arrivo in Turchia, mise insieme un gruppo di giovani e decise di realizzare questo progetto, il cui obiettivo è stato quello di aumentare la consapevolezza dei giovani in Turchia sul concetto di commercio equo e solidale e sull’importanza del consumo consapevole .

Prima di tutto l’intenzione del gruppo turco era di trovare due organizzazioni del Commercio Equo e Solidale basate nell’UE, visitarle e realizzare delle attività insieme, partecipando ad attività di sensibilizzazione su ciò che è il Commercio Equo e Solidale, sulle sue applicazioni reali e sulla filosofia del Fair Trade. Queste attività sono state realizzate nei Paesi partner Italia, Spagna e Germania visitando produttori locali, piccoli produttori e anche degli importatori.

Dopo aver visitato le due organizzazioni del commercio equo sede nell’UE (una delle quali è stata EquaMente in Italia e l’altra Eine Welt e.v. di Lipsia, in Germania) e osservando operativamente il Commercio Equo e Solidale, i membri del gruppo turco hanno dunque preparato una relazione finale presentata a una conferenza organizzata per far sentire la loro voce in Turchia. Infine, il gruppo di progetto ha prodotto un documento finale che ha incluso le osservazioni fatte nei Paesi partner, la documentazione del convegno tenutosi in Turchia e le valutazioni delle attività. Dopo l’invio del rapporto all’Agenzia Nazionale turca, diverse attività di sensibilizzazione in Turchia sono state organizzate in diverse città e in diverse Università.

Una rappresentante del gruppo italiano è stata ospitata ad Ankara per una due giorni di preparazione. Il gruppo di progetto di Equamente – messo insieme in collaborazione con la Cooperativa I.So.La. – era composto da 4 socie esperte in Commercio Equo e Solidale, alcune delle quali lavorano nei negozi della Cooperativa Sociale I.So.La. a Torino e Collegno (botteghe Equamente e Casa Wiwa ) . Le attività svolte in Italia comprendevano la presentazione delle attività di queste due botteghe, la visita ad un importatore  – “Libero Mondo” di Bra ( CN) – e una visita ad “Etinomia “, una rete di imprenditori etici basata in Val di Susa.

 

A group of young people from Ankara (TR) organized this project as a Transnational Youth Initiative in the frame of the YOUTH IN ACTION program. The project group included 5 young people (aged between 16-30 y.o.) and one coach (older than 30 y.o.) from Turkey.

One member of this group was on EVS (European Voluntary Service) in a Fair Trade organization in Portugal during 2012. Alongside this experience, the volunteer asked herself why there is no Fair Trade organization in Turkey, and why young Turkish people are not informed about the importance of Fair Trade. Then, upon her arrival to Turkey, she came together with a group of young people and decided to realize this project, which aim was to raise the awareness of the young people in Turkey about the concept of Fair Trade and the importance of conscious consumption. 

First of all, the Turkish group’s intention was to find two Fair Trade organizations from EU, visit them and make some activities together, like attending on a session/awareness raising activity about what Fair Trade is or about the real applications and the philosophy of Fair Trade.Visiting local producers, small producers and importers, as well, were the activities realized in the partners’ countries Italy, Spain and Germany.

After visiting the two Fair Trade organizations based in the EU (one was EquaMente in Italy and the other Eine Welt e.v. from Leipzig in Germany) and seeing how Fair Trade works, Turkish group members prepared then presentations and reports presented in a conference organized to make their voice heard in Turkey. Finally, the project group wrote a final report which included the observations made in the partner countries, the docs of the final conference held in Turkey and the feedback of these activities. After sending the report to Turkish National Agency, several awareness raising activities in Turkey were organized in different cities and at different Universities in Turkey.

EquaMente’s project group – organized in collaboration with Cooperativa I.So.La. – was made of 4 members experienced on Fair Trade, some of them working in Fair Trade shops in Torino and Collegno (Equamente and Casa Wiwa). The activities held in Italy included the presentation of the activities f these two Fair Trade shops, the visit to one importer – “Libero Mondo” in Bra (CN) – and a visit to “Etinomia“, a network of ethical entrepreneurs in Val di Susa.

 

1001185_415825788534124_1067984361_n 995405_415825845200785_115109312_n 946238_415825911867445_1399667522_n 67927_415825701867466_1316153989_n 34733_415825668534136_974797409_n

 


 

 

Leave a Reply